Design responsive

Che impatto ha il design responsive nell’engagement dei lettori delle email?

Approfondimento per scoprire l’importanza del design responsive.

Lavoriamo in un mondo che possiamo sempre di più definire mobile-oriented, in cui tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno le abbiamo a disposizione in tasca. Letteralmente a portata di mano.

La presenza di un telefono sempre a nostra disposizione ha un forte impatto anche nella lettura delle email e il comportamento della maggior parte dei consumatori è diventato “multiscreening”: navighiamo sul web sia da pc che dai mobile devices, smartphone e tablet. Il più recente Ericson Mobility Report stima inoltre che l’utilizzo di smartphone per le sottoscrizioni e per la generazione di traffico avranno un tasso di crescita rispettivamente del 15% e del 25% fino al 2020. Considerando che fino al 56% delle email vengono aperte da un dispositivo mobile (Litimus 2016), in che modo il piccolo schermo modifica il comportamento dell’utente dopo che l’email è stata aperta?

MailChimp ha analizzato oltre 395 milioni di email in un periodo di 6 mesi, per esaminare come il device preferito di un utente unico riesca a modificare l’email engagement, investigando l’impatto del design responsive.

L’impatto del design responsive

La tecnologia responsive permette di adattare l’esperienza visiva dell’email a seconda dello schermo sul quale l’utente la sta visualizzando: i dati raccolti dall’azienda americana parlano chiaro, coloro che utilizzano una tecnologia responsive hanno evidenziato un CTR più alto.

Per gli utenti mobile i click unici delle campagne create con tecnologia responsive sono aumentati dal 2,7% al 3,1%, un incremento di quasi il 15%, ma da notare è che l’aumento dell’engagement utilizzando il responsive design ha mostrato un incremento dei click totali su tutti i tipi dispositivi, desktop, tablet e smartphone.

Quali link stanno cliccando gli utenti?

Dove una campagna può avere un click rate compreso del 4-6%, è stata posta la domanda: su quali link gli utenti cliccano? Sono così stati separati i primi dieci link presenti all’interno dell’email a seconda dell’ordine di apparizione, ed ha calcolato il CTR per ognuno di loro.

CTR per link in ordine di posizione . BtoMail

Ogni singolo click sui link delle campagne analizzate ha un CTR compreso tra il 0,25-1,50%. Gli utenti da PC e tablet hanno i più alti CTR per tutti i link dell’email, e si evidenzia come i link più “distanti” hanno i peggiori CTR su tutti i dispositivi.

Il responsive design ha un impatto sui click?

La risposta è sì, le campagne che hanno utilizzato un responsive design mostrano un CTR generalmente più alto, ma la cosa più importante che possiamo notare è che i primi tre link all’interno di una email responsive hanno un CTR maggiore del 30% rispetto alle email non responsive.

Inserire i collegamenti più importanti nella parte alta dell’email, possibilmente nell’above the fold, catturando con i principali CTA l’attenzione del lettore che apre l’email da dispositivo mobile è quindi di fondamentale importanza. Se l’impatto è positivo e le informazioni interessano l’utente, egli  potrà sia proseguire nella lettura procedendo a fare un click da telefono sia ripescare l’email una volta ritornato sul PC.

Vuoi rinnovare le tue creatività o crearne delle nuove? Qualunque sia il tuo prodotto / servizio, noi siamo gli esperti che creano l’email responsive più efficace ed efficiente: contattaci per scoprire quale sarà la strategia adatta a te.