BTOMAIL Blog

Btomail Blog

6 modi per scrivere contenuti di valore nelle newsletter

Contenuti di valore nelle newsletter

Come costruire contenuti di valore per potenziare le tue newsletter aziendali B2B?
Abbiamo già parlato di come inviare email a freddo per le proprie strategie di email marketing. Ma, avviate le prime comunicazioni con il target di riferimento, come continuare a stimolare il suo interesse attraverso newsletter aziendali?

La progettazione di campagne di email marketing davvero efficaci si basa sulla creazione di contenuti di valore. O, in altre parole, informazioni e notizie che siano davvero rilevanti e significative per il proprio target. Questo soprattutto nel marketing B2B, in cui, se sfruttato al massimo delle sue potenzialità, l’email marketing è uno strumento molto redditizio.

Nel marketing B2B, il 77% delle aziende fa ricorso all’email marketing come parte della propria strategia di content marketing. Inoltre, per il 79% dei marketer B2B l’email è il canale più efficace per la distribuzione dei contenuti.
Vediamo ora alcune linee guida su come generare contenuti di valore per le proprie newsletter aziendali.

Email marketing B2B: cosa si intende per contenuti di valore?

Si stima che in media una persona riceva al giorno più di 100 email di lavoro. Questo dato, probabilmente, aumenta se si considerano le caselle di posta generiche di un’azienda e quelle dei suoi responsabili o titolari.

Circa il 90% dei marketer B2B considera i contenuti un mezzo potente per costruire brand awareness e la fiducia dei clienti.

Ciò che permette ad un’impresa di spiccare realmente all’interno di questa grande mole quotidiana di messaggi è l’offerta di contenuti di valore. In sostanza, si tratta di fornire notizie, conoscenze e nozioni che le proprie audience percepiscano come significative, stimolanti e funzionali.
Una buona strategia per newsletter aziendali parte, quindi, dalla comprensione di ciò che è rilevante per i componenti del proprio target. Di cosa è importante che sappiano o che sia loro di supporto per crescere e sviluppare il proprio business. Così un’azienda riesce a farsi notare e proporsi come il partner su cui fare affidamento nei momenti di necessità.

Come costruire contenuti di valore per le proprie newsletter aziendali

Per newsletter aziendali e attività di email marketing davvero efficaci, il punto di partenza è la progettazione di contenuti di valore. Così, l’obiettivo è non semplicemente raccontarsi e promuoversi ma anche gettare le basi per edificare rapporti significativi con la propria audience.

In ambito del marketing B2B, ciò significa dialogare con partner, fornitori, clienti storici e potenziali, per dare loro ciò di cui hanno bisogno. Che si tratti di informazioni, prodotti, esperienze o guide all’azione. L’azienda riesce in questo modo ad acquisire autorevolezza agli occhi del proprio pubblico e a garantirsi un importante vantaggio competitivo.
Ecco 6 strategie per creare contenuti di valore ed implementare così le proprie strategie DEM.

Aggiorna i tuoi interlocutori sulle novità del settore

Industrie di produzione, mercati e modelli economici evolvono continuamente. Un’azienda può quindi proporsi come guida alla scoperta di trend attuali, topic importanti, eventi di rilievo e novità legislative. Così, aiuta i propri interlocutori a capire cosa sta accadendo ora, quali novità stanno avendo quali effetti e quali occasioni e rischi si presentano.

Trasmettere queste nozioni come contenuti di valore testimonia l’autorevolezza di un’azienda nel proprio settore. Oltre che la sua capacità di osservazione ed analisi e la sua capacità di tenersi al corrente di quanto accade.

Ecco alcuni esempi di messaggi per le proprie newsletter aziendali:

  • analisi dei trend più recenti in un’industria o in generale;
  • guide, ebook e report su temi caldi o argomenti interessanti per il proprio pubblico (ad esempio, analisi su specifiche nicchie di mercato);
  • principali fiere ed eventi, propria esperienza e novità e spunti del settore illustrati in questi contesti;
  • sintesi lineari, essenziali e precise di nuovi riferimenti normativi.

Sperimenta diversi tipi di media nelle email delle tue newsletter aziendali

Non è una novità che il linguaggio video stia diventando sempre più pervasivo nelle comunicazioni online. Nel caso dell’email marketing, aggiungere video alle email può aumentare il tasso di clic del 300% (v. Martech Advisor).

I video possono quindi aumentare la performance delle proprie newsletter aziendali ma anche contribuire a far percepire i propri contenuti di valore. Realizzarli può sembrare impegnativo, ma si tratta di un mezzo versatile ed adattabile a tanti scopi diversi. Soprattutto, consente ad un’azienda di mostrarsi e raccontarsi in modo più diretto ai propri pubblici.

Dimostra le tue competenze e dai voce ad autorità del settore

Anche nelle newsletter aziendali, trasmettere conoscenze e pratiche diventa più semplice attraverso il racconto di esperienze proprie o altrui. Entrando nello specifico del suo lavoro, un’azienda può dimostrare le proprie competenze in azione. E, così, migliorare anche la propria reputazione attestando i risultati conseguiti.

In questo caso, si possono generare contenuti di valore a partire da interviste e case study.
Nel caso delle interviste, clienti, partner e autorità di un settore raccontano la loro esperienza con l’azienda in questione. Così essa si dimostra davvero competente ed efficace in ciò che fa e nel supportare i suoi interlocutori nei momenti di necessità. Da qui scaturiscono consigli, spunti di riflessione, best practice, linee guida per il proprio target.

Nei case study, un’azienda illustra come ha supportato un cliente con il proprio intervento. Questi contenuti di valore danno fattualmente riscontro del modo di lavorare di un’azienda e dei risultati ottenuti in una specifica situazione. Sono presenti metriche, numeri, piani d’azione ed operazioni eseguite per raggiungere uno scopo specifico. Insomma, cos’ha davvero fatto un’azienda per sostenere il suo cliente.

BTOMAIL: crea la lista di contatti B2B in base al tuo settore di interesse

Risolvi i dubbi più comuni dei tuoi clienti

Per creare contenuti di valore, bisogna ascoltare il proprio pubblico e comprendere cosa ancora non sa o vorrebbe sapere sul proprio conto. Attraverso le newsletter aziendali, un’azienda può intercettare i quesiti che più spesso si pongono i suoi interlocutori e dare loro una risposta.

Metti a disposizione dei tuoi clienti liste di fonti e contenuti di valore

Fornire contenuti, risorse, fonti e contatti via newsletter aziendali utili alle proprie audience dà prova della propria autorevolezza nel settore. Un’azienda così porta all’attenzione del proprio pubblico quanto di rilevante trovato riguardo mercato, innovazioni, etc.

Parla delle tue novità e spiegale alla tua audience

Ovviamente, per un’azienda l’utilizzo di newsletter aziendali è anche occasione per parlare di sé e delle proprie novità. In questo caso, però, ci si deve allontanare da una logica meramente promozionale per creare contenuti di valore ed utili.

Questo significa non solo di annunciare nuove iniziative, prodotti o servizi, ma anche qual è l’obiettivo o l’esigenza di partenza. Così si raccontano i processi di ideazione, produzione, verifica, di quanto realizzato. O, in alternativa, si lascia questo compito ad una persona con riconosciuta autorevolezza nel proprio settore di competenza.

Conclusioni. Newsletter aziendali efficaci per il marketing B2B

Per riassumere, molto nella creazione di newsletter aziendali efficaci in ambito B2B riguarda la definizione di contenuti di valore per le audience.

Tuttavia, è anche necessario curare altri aspetti: frequenza di invio dei messaggi, tono da utilizzare, segmentazione del target etc.

Se stai pensando di dare una svolta al tuo approccio all’email marketing B2B, BTOMAIL è il partner che fa al caso tuo. Con la sua formula vincente, oltre a database personalizzabili di contatti email B2B, può offrirti anche tutto il supporto di cui hai bisogno. Formazione, consulenza, primo invio strategico e creatività, così che tu possa utilizzare al meglio la tua lista di contatti.

Default image
Simone Lanza
Fondatore di BTOMAIL e BTOLEAD