5 consigli DEM . BtoMail

5 consigli utili per la vostra campagna DEM

Come creare una campagna DEM (direct email marketing) che si differenzia dalle altre?

Lo scrittore indiano Anthony De Mello sosteneva in uno dei suoi libri più famosi che la maggior parte delle persone sono come delle aquile che dalla nascita si ritrovano all’interno di un pollaio. Se nessuno glie lo farà mai notare, beccheranno a terra e si alzeranno in volo solamente di qualche metro, per poi ritornare a terra. Nell’impostazione della tua campagna DEM bisogna ricordarsi di essere diversi, di avere un tratto distintivo da tutti gli altri, di essere delle aquile.

Come tutti, anche gli utenti che leggono la tua campagna DEM ricevono decine di email al giorno. La maggior parte sono offerte simili tra loro… come fare per emergere dalla massa?

Questi sono 5 consigli utili per creare una campagna DEM di successo:

1. Avere un piano

Nessuna campagna DEM dovrebbe essere inviata senza avere un piano ben definito. Qual è lo scopo della campagna DEM? Una email pubblicitaria che cerca di ottenere maggiori sottoscrittori alla propria newsletter dovrà essere diversa, per contenuto e messaggio, da una email promozionale o di fidelizzazione.
Cerca di pensare come i tuoi potenziali clienti: non ti piace ricevere una email qualsiasi, giusto? Nemmeno a loro. Un buon modo per emergere dalla massa è scrivere un campo oggetto accattivante e un mittente di fiducia, stimolando l’interesse dell’utente nel proseguire la lettura.

2. Date importanza al design

La maggior parte dei lettori darà una rapida occhiata alla email, la sfoglierà con gli occhi, ancora prima di leggerla. Avere come primo impatto dei grossi blocchi di testo può risultare noioso: sarebbe meglio dividerlo in paragrafi più piccoli per rilassare lo sguardo del lettore.
Tieni a mente che molti utilizzatori di smartphone usano il loro cellulare per controllare l’email; è importante avere un design responsive per essere sicuri che le email vengano visualizzate nella maniera corretta anche sui device mobili, così che gli utenti non la cancellino, o non la dimentichino, ma tornino a rileggerla una volta che si trovano davanti a un pc desktop.
Aggiungi alcune immagini all’interno delle email. Alcune persone riescono ad assimilare meglio le informazioni quando c’è uno stimolo visuale di fronte a loro.

3. Siate dei buoni consiglieri

All’interno del tuo mercato, poniti come la migliore fonte di informazione, la risorsa più affidabile a risolvere i loro problemi. Informa, educa i tuoi lettori con alcune informazioni che potrebbero non conoscere della tua azienda, o del tuo settore.
Alcune volte questa tecnica può venire fraintesa: alcune persone possono non apprezzare di ricevere insegnamenti seppur sono contenti di imparare qualcosa di nuovo. Il segreto per superare questo paradosso è quello di utilizzare un tono informale, da conversazione: quasi a sembrare un amico che da un consiglio, piuttosto che un professore che impartisce una lezione.

4. Siate unici

Metti in risalto la tua personalità, tenendo sempre a mente che c’è una persona in carne ed ossa che leggerà la tua email. Lascia che la personalità che vuoi evidenziare si faccia strada anche all’interno del messaggio pubblicitario… il potenziale cliente non potrà che esserne compiaciuto: la connessione umana all’interno della rete (il cavallo di battaglia dei social network) è un vantaggio che bisogna saper sfruttare.

5. Comportatevi da amici

I più grandi influenzatori del mercato parlano a tu per tu con i loro clienti, chiedono quali sono le loro necessità, dimostrano di essere più interessati a risolvere i loro problemi che non a chiudere una vendita.

Fai in modo quindi che la tua campagna DEM abbia una direzione precisa, un solido piano con obiettivi precisi. Dando importanza anche al design della email fai in modo di interessare i tuoi prospect con messaggi unici, interessanti, parlando il vostro linguaggio, come se foste amici da molto tempo.

 

Cerchi un database email B2B profilato? Ottienilo adesso!