Email pubblicitarie

Come dovrebbero essere impostate le email pubblicitarie per avere più probabilità di essere lette?

Cosa dobbiamo scrivere nel testo del messaggio pubblicitario? A chi dobbiamo scrivere il messaggio pubblicitario?

Ecco alcune indicazioni per strutturare delle email pubblicitarie performanti sfruttando anche il potente editor di BtoMail, l’innovativa piattaforma per gestire in completa autonomia le proprie Campagne DEM.

email pubblicitarie

Individuate qual è il vostro obiettivo.

Siete interessati ad aumentare il traffico al vostro sito oppure volete aggiungere contatti di potenziali clienti interessati alla vostra lista? Detto in termini tecnici: volete fare branding oppure generare lead? Una volta definito questo percorso le vostre scelte dovranno essere tutte mirate al raggiungimento di tale proposito: email pubblicitarie destinate a fare branding non devono per forza contenere delle Call to Action, parlando di “Offerte Imperdibili!” o invitando l’utente all’acquisto, cosa che invece giova molto nella generazione di nuovi prospects, di lead.

Continua a leggere

Database email privati – (B2C)

Database email privati

Come si compone il database email privati con cui puoi pianificare, in completa autonomia, le tue campagne DEM? Scopriamo insieme alcuni importanti dettagli sulla piattaforma BtoMail.

Database email privati

Più di 5.000.000 di indirizzi email privati

Il database email privati si compone di 5 milioni di utenti unici B2C  (Business to Consumer) profilati su tutto il territorio nazionale (Italia) e, tramite il tool presente nella piattaforma BtoMail, può essere filtrato per:

  1. zona geografica (regione/città-provincia)
  2. sesso (uomo/donna/entrambi)
  3. fascia d’età (18/+65)

Continua a leggere

Inviare email pubblicitarie

Vuoi inviare email pubblicitarie?

Sei alla ricerca di uno strumento che ti permetta di inviare email pubblicitarie ad un pubblico profilato?

Le strade percorribili sono principalmente due.

La prima opzione è quella di creare nel tempo un proprio database. Ad esempio: se hai un sito e-commerce puoi creare una tua lista composta sia dai clienti che hanno effettuato almeno un acquisto sia dagli utenti che potrebbero registrarsi per ricevere promozioni, offerte o vantaggi di altra natura.

Continua a leggere

La tua pubblicità via mail, cosa puoi fare con BtoMail?

BtoMail è una piattaforma online che permette alla tua azienda di inviare pubblicità via mail ad un pubblico profilato.

Il nostro database si compone di 5 milioni di indirizzi email di utenti privati, tutti in assoluta regola con l’autorizzazione della privacy.

Vediamo tecnicamente come potrai lavorare sulla nostra piattaforma per inviare la pubblicità via mail. Continua a leggere

Un nuovo Editor Email 2.0 già in design responsive per BtoMail

E’ finalmente arrivato il nuovo editor email all’interno della piattaforma di BtoMail, ancora più semplice e intuitivo nell’utilizzo.

Anche questo editor Email lavora secondo la tecnologia What You See Is What You Get, una funzionalità che agevola la lavorazione all’interno di un ambiente che permette di controllare in tempo reale quale sarà l’aspetto finale del documento prodotto, ovviando così il problema di dover riprodurre una disposizione testuale e grafica in due diversi contesti, con il rischio di avere un risultato diverso dall’inserimento alla visualizzazione finale.

Continua a leggere

L'impatto responsive nelle email . BtoMail

Che impatto ha il design responsive nell’engagement dei lettori delle email?

Lavoriamo in un mondo che possiamo sempre di più definire mobile-oriented, in cui tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno le abbiamo a disposizione in tasca. Letteralmete a portata di mano.

La presenza di un telefono sempre a nostra disposizione ha un forte impatto anche nella lettura delle email: la ricerca pubblicata nel febbraio 2014 da comScore evidenzia tra le varie informazioni come la maggior parte dei consumatori sia “multiscreening”, ovvero sia solita visitare siti internet sia da pc che dai mobile devices, smartphone e tablet. Il più recente Ericson Mobility Report stima inoltre che l’utilizzo di smartphone per le sottoscrizioni e per la generazione di traffico avranno un tasso di crescita rispettivamente del 15% e del 25% fino al 2020. Considerando che almeno il 43% delle email vengono aperte da un tablet o da uno smartphone, in che modo il piccolo schermo modifica il comportamento dell’utente dopo che l’email è stata aperta?

MailChimp ha analizzato oltre 395 milioni di email in un periodo di 6 mesi, per esaminare come il device preferito di un utente unico riesca a modificare l’email engagement, investigando l’impatto del design responsive.

Continua a leggere